Siora Adria me cavo el capelo – Romano Beltramini

€20,00

Che cos’è la nostalgia? In pochi anni, con “Adriòti”, “Sicutèra” e questo “Siora Adria”, Romano ha provato a spiegarcelo da un punto di vista privilegiato, dato che i suoi ricordi, e quelli di chi gli ha raccontato altre storie e personaggi, risalgono quasi ad un secolo fa, epoca in cui la nostra Adria era completamente diversa da com’è oggi, una delle tante cittadine del Veneto con tanta storia alle spalle, prima che la fine dell’agricoltura tradizionale e l’avvento dell’industrializzazione le trasformassero definitivamente, nel nome di uno sviluppo economico che, almeno da noi, non si è mai compiuto. Un’Adria di un altro tempo, quella dei nostri padri e dei nostri nonni, che non hanno conosciuto l’avvento delle tecnologie legate all’elettronica, rispetto alle quali i ragazzi di oggi sono considerati invece dei “nativi”. Un’Adria in cui la frenesia non apparteneva ancora alle giornate dei suoi abitanti e la fretta quasi mai caratterizzava le loro azioni. Un’Adria dal vivere lento, che assomigliava di più allo scorrere indolente del suo Canalbianco e vi si adattava nelle modalità di trascorrere le giornate. Questa è la nostra città come Romano ce la racconta, non descrivendo fatti storici, che pure si susseguivano, ma descrivendo persone che l’hanno abitata, piene di ricchezza interiore e bontà d’animo.

Ma questo è anche un libro che raccontando l’intensità di quelle vite guarda anche in faccia la morte. Trapassando due secoli da parte a parte, fa irrompere le voci e i rumori del “secolo breve” negli anni “zero” tanto vituperati che ci hanno lasciato un’eredità di guerre e di crisi finanziarie. Lo fa tramandando i volti di personaggi che non ci sono più, proponendo scene di vita che ancora ripetiamo, occupazioni lavorative che hanno nobilitato l’esistenza di tanti adriesi. Ma con pudore Romano si ferma, in questo suo ricordare, al secolo andato, a cui sa di appartenere più che a questo. Lo fa con rispetto e discrezione, descrivendo un mondo che forse, così compiutamente, non c’è mai stato davvero e che solo la dilatazione della memoria aiuta a far credere come i fatti narrati proprio così si siano svolti nella loro cronaca quotidiana.

 

COD: ISBN 9788888786834 Categorie: ,
Consiglia Apogeo Shop

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di Cookie necessari al funzionamento del sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni Cookie, consulta la Cookie Policy. Proseguendo la navigazione acconsenti all’uso dei Cookie.

Il tuo Carrello è vuoto!